Categoria: Documenti per vendere casa

Perché sottoscrivere un compromesso immobiliare?

Nella compravendita di case, spesso si parla di “compromesso“. In termini più tecnici verrebbe chiamato contratto preliminare di compravendita immobiliare, ma poco cambia: rimane un contratto con cui il compratore si impegna a comprare, ed il venditore si impegna a vendere, un immobile. Non è un contratto di compravendita, perché di fatto il proprietario della casa rimane ancora il proprietario della casa. Le due parti si impegnano, però, a stipulare l’atto di compravendita in futuro.

Sostanzialmente questo contratto serve sia per l’una che per l’altra parte:

  • L’acquirente si assicura di avere un contratto, firmato e giuridicamente valido, con cui il proprietario dell’immobile desiderato si impegna a venderglielo;
  • Il venditore si assicura di avere un contratto, firmato e giuridicamente valido, con cui il compratore si impegna a tirare fuori la somma necessaria a comprare la sua casa.

Oltre al valore giuridico del contratto, sul piatto vengono messi anche dei soldi. Già, perché normalmente il preliminare prevedere una caparra confirmatoria. Questa somma, che il compratore dà al venditore, ha altrettanto un doppio fine:

  • Per l’acquirente si tratta di un anticipo sulla somma dovuta per l’acquisto della casa;
  • Per il venditore si tratta di una rassicurazione, in quanto se il compratore dovesse poi tirarsi indietro questo potrà tenersi la caparra a titolo di risarcimento (e non solo).

Vuoi scoprire il metodo per vendere casa velocemente ed al miglior prezzo? Clicca qui>>>